Printer-friendly versionSend by email

Il Centro di Ricerca sul Diritto Europeo (CRDE) è un laboratorio pluridisciplinare di ricerca e studi, le cui attività sono principalmente dedicate al diritto europeo, che viene in rilievo sia nella sua dimensione internazionale che in quella più vicina dell’Unione europea. Il punto di riferimento costante è, invero, l’integrazione in Europa nel suo complesso, in tutti i profili ed i processi che vi partecipino.

Istituito nel 2015 da "Unitelma Sapienza" - Università di Roma, il CRDE è diretto dal prof. Enzo Cannizzaro, il quale è ordinario di diritto dell’Unione europea e di diritto internazionale presso la Sapienza – Università di Roma. Al CRDE afferiscono studiosi delle discipline e dei fenomeni connessi alla integrazione europea. Il CRDE è però costantemente aperto a nuove, e sempre più ampie, collaborazioni con cultori di discipline non giuridiche. Un tale apporto potrebbe ampliare senz’altro le prospettive scientifiche del CRDE, nonché gli ambiti della ricerca scientifica condotta al suo interno.

La dimensione internazionale ed europea, l’interdisciplinarietà, il dinamismo che si riflette nella costante attenzione all’analisi e allo sviluppo di temi di ricerca di stretta attualità costituiscono gli elementi cardine sui cui la filosofia e le attività del CRDE sono incentrate.

Dimensione internazionale ed europea

Il CRDE ha una dimensione fortemente internazionale, caratterizzata da:

- un gruppo di ricerca formato da studiosi provenienti da molteplici e prestigiose Università italiane ed europee;
- una vocazione europea ed internazionale, la quale si riverbera tanto nei temi oggetto di studio che negli obiettivi della ricerca;
- una disseminazione globale e free access dei risultati scientifici acquisiti, la quale viene ottenuta attraverso la loro pubblicazione su European Papers - Quaderni europei - Carnets européens, rivista telematica e multilingue promossa proprio dal CRDE, che, nelle intenzioni dei suoi fondatori, nasce come l’espressione di un progetto culturale e intende costituire un luogo di riflessione sull’integrazione europea come strumento per la creazione di una nuova comunità politica;
- una collaborazione strutturata con altri enti e altri centri di ricerca, sia nazionali che stranieri, finalizzata all’elaborazione ed allo sviluppo di progetti di ricerca comuni;
- un coinvolgimento diretto nei processi decisionali e normativi a livello europeo ed internazionale, nonché una partecipazione attiva, in qualità di amicus curiae, dinanzi ad organi di controllo e giurisdizionali, sia europei che internazionali, obiettivi perseguiti mediante le attività dell’istituendo Laboratorio giuridico sul diritto europeo ed internazionale;
- l’organizzazione di giornate di studio e di seminari interdisciplinari, che rappresentino importanti occasioni di confronto con studiosi stranieri.

Interdisciplinarietà

Pur essendo caratterizzato da un focus specifico sul diritto europeo e sul diritto internazionale, il CRDE non solo accoglie tra i suoi membri studiosi di molteplici altre discipline scientifiche, ma favorisce anche la partecipazione e lo scambio di visiting scholars e/o researchers provenienti da enti ed università straniere. Inoltre, il CRDE promuove studi e ricerche multidisciplinari nei diversi settori connessi con l’integrazione europea, in un’ottica capace di coniugare ed integrare le prospettive di analisi nazionale e internazionale.

Dinamismo

Oltre a rappresentare un’occasione per la condivisione e la diffusione di studi in materia di diritto europeo e di diritto internazionale, il CRDE costituisce la sede ideale, principalmente perché estremamente dinamica, nella quale sviluppare attività di studio e di ricerca. Ad oggi, contribuiscono a formare il patrimonio scientifico e di ricerca del CRDE già numerose attività, tra le quali si segnalano le seguenti.

- Gaetano Morelli Lectures (info qui e qui), giornate di studio a cui sono invitati a partecipare, in qualità di relatori, i più insigni studiosi del diritto internazionale ed europeo; esse mirano ad offrire un momento di studio e di confronto a giovani studiosi, italiani e stranieri, sui temi fondamentali della materia (video delle Lectures: GMLs 2nd Ed. - 2015 "Decisions of the ICJ as Sources of International Law?"; GMLs 3rd Ed. - 2016 "International Procedural Law: Common Principles or General Principles?" - Gaetano Morelli Lectures Series: The Present and Future of Jus Cogens edited by Enzo Cannizzaro (2015)).

- Corso di Alta Formazione "I diritti fondamentali in Europa", (maggiori info qui) un percorso didattico-formativo in e-learning sulla tutela dei diritti fondamentali in Europa, finalizzato alla formazione superiore e professionale continua, all’aggiornamento permanente ed alla riqualificazione professionale; esso mira a fornire una conoscenza avanzata, dal taglio anzitutto pratico, del contenuto dei diritti fondamentali, in particolare in materia economica e sociale, nell’Unione europea e nella Convezione europea dei diritti umani.

- Laboratorio giuridico sul diritto internazionale ed europeo, un luogo di studio e ricerca che ha come obiettivi: 1) la presentazione di interventi a titolo di amicus curiae davanti ad organi di controllo e giurisdizionali, europei ed internazionali; 2) la proposta di osservazioni nei processi di modifica normativa, ovvero istituzionale di organizzazioni internazionali; 3) la formulazione di proposte di modifica normativa e l’elaborazione di progetti, proposte e atti normativi funzionali al corretto adattamento dell’ordinamento interno al diritto europeo ed internazionale.

- Progetti di ricerca, il CRDE rappresenta un polo per l’elaborazione e la presentazione di progetti di ricerca di rilevante interesse scientifico, a carattere sia nazionale sia internazionale; in particolare, grazie alla collaborazione con società ed enti esperti di project management, il CRDE si prefigge di sviluppare un’intensa attività volta all’accesso ai finanziamenti per la ricerca scientifica messi a disposizione dall’Unione europea.

Director

 Enzo Cannizzaro
(University of Rome "La Sapienza")

Research Team

 Micol Barnabò 
(University of Rome "La Sapienza")
 M. Eugenia Bartoloni
(Second University of Naples)
 Roberta Calvano
(University of Rome "Unitelma Sapienza")
 Giulia D'Agnone 
(University of Rome "La Sapienza")
  Sara Fattorini
(University of Rome "La Sapienza")
 Nicola Napoletano
(University of Rome "Unitelma Sapienza")
 Aurora Rasi 
(University of Rome "La Sapienza")

 ... to be completed ...

e-Journal

Forum Européen

Direttore del CRDE

 Enzo Cannizzaro
(Università di Roma "La Sapienza")

Gruppo di ricerca

 Micol Barnabò 
(Università di Roma "La Sapienza")
 M. Eugenia Bartoloni
(Seconda Università di Napoli)
 Roberta Calvano
(Universtià di Roma "Unitelma Sapienza")
 Giulia D'Agnone 
(Università di Roma "La Sapienza")
  Sara Fattorini
(Università di Roma "La Sapienza")
 Nicola Napoletano
(Università di Roma "Unitelma Sapienza")
 Aurora Rasi 
(Università di Roma "La Sapienza")

... da completarsi ...